Mathias Bengtsson

(Copenhagen, Denimarca, 1971)

Mathias Bengtsson dopo aver studiato design al KADK Kongelige Danske Kunstakademis Skoler for Arkitektur, Design og Konservering di Copenhagen e all’ArtCenter College of Design a Vevey, torna a Copenhagen dove partecipa alla fondazione del collettivo Panic insieme ad altri giovani designer. Si iscrive al corso di Design industriale presso il Royal College of Art di Londra, diretto da Ron Arad. Dopo la laurea nel 1999, Bengtsson apre in collaborazione con altri designer lo studio At the Third Stroke e con Sam Buxton lo studio Design Laboratory, per poi aprire il proprio nel 2002. Il lavoro di Bengtsson inizia ad ottenere consensi a livello internazionale nel 1998, quando le sue sedie Slice e Homage to Panton vengono esposte alla galleria Post Design. Lavorando con diversi materiali e processi industriali, Bengtsson sperimenta le possibilità scultoree, tecniche e filosofiche del design 3D. La maggior parte delle sue opere sono pezzi unici o edizioni limitate che richiedono impianti di produzione innovativi e processi laboriosi.