Arata Isozaki

(Ōita, Giappone, 1931)

Arata Isozaki nasce a Ōita sull’isola giapponese di Kyushu, prima dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale e ha 14 anni quando Hiroshima e Nagasaki vengono bombardate. Si laurea nel 1954 presso il Dipartimento di Architettura della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Tokyo e inizia la sua carriera con un apprendistato sotto la guida di Kenzo Tange. Fonda l’Arata Isozaki & Associates nel 1963, dopo loccupazione alleata, quando il Giappone riacquista la sua sovranità e comincia la ricostruzione in mezzo allincertezza politica, economica e culturale. Il suo lavoro iniziato a livello locale, con edifici nella sua città natale e a Fukuoka, e si espande rapidamente a Gunma, Osaka e Tokyo. Isozaki dimostra una visione del mondo molto in anticipo sui tempi che facilita il dialogo tra Oriente e Occidente. Negli anni ’80 emerge come nome internazionale nel campo dellarchitettura, con molte commissioni anche oltreoceano. Sei decenni del suo lavoro includono filosofia, arte visiva, design, musica, film e opere teatrali, accanto ai suoi edifici iconici. Molte le mostre personali che hanno visto protagonista il suo lavoro tra cui si ricordano quelle al Museum of Contemporary Art di Los Angeles e alla Tokyo Station Gallery; al Brooklyn Museum di New York, al The Netherlands Architecture Institute di Rotterdam, al The National British Architecture Institute, Londra e ancora al Castello di Rivoli, Museo dArte Contemporanea, Torino, al Serralves Museum of Contemporary Art, Porto, all’Accademia Centrale di Belle Arti, Pechino, al Shanghai Urban Planning Exhibition Centre, e al Guangdong Museum of Art, Guangzhou. Ha ricevuto LOrdre des Arts et des Lettres (1997), la Medaglia dOro RIBA per l’architettura (1986), Leone dOro, alla Biennale di Architettura di Venezia con il Padiglione Giapponese (1996), l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (2007). È stato membro onorario della Royal Academy of Arts (1994) e dellAmerican Academy of Arts and Letters (1998), e della Japan Arts Academy (2017). Isozaki è stato visiting professor in diverse università americane, tra cui: Columbia University, New York; Harvard University, Cambridge, MA e Yale University, New Haven, CT. Risiede a Okinawa con uffici in Giappone, Cina, Italia e Spagna.